Tu quanta acqua bevi?

Non ci si abitua mai ai rientri dopo le vacanze estive! Quindi ogni anno, puntuali, arrivano i consigli ai comportamenti da tenere per ripartire in piena forma, senza stress e allontanando l’ansia che a settembre colpisce ben un italiano su due. Tra le tante dritte una in particolare è la più saggia e valida durante tutto l’anno: bere molta acqua. Sulla quantità consigliata i dibattiti sono sempre aperti, tra la scuola dei 2 litri giornalieri, quella del litro e mezzo, quella secondo cui dipende dall’alimentazione e quindi da quanta ne assumiamo con frutta e verdura. Una cosa è certa: il nostro corpo funziona regolarmente solo se non è disidratato, perché anche una leggera disidratazione può causare stanchezza, affaticamento, mal di testa, difficoltà nel concentrarsi, mancanza di energia e tristezza.

Scopriamo quindi qualcosa in più sui boccioni per l’erogazione dell’acqua diffusi nei luoghi di lavoro e in molti spazi pubblici, dei quali dovreste approfittare con frequenza. Su un totale di produzione di acqua, in Italia, di 12.550 mln di litri, il mix del packaging prevede (dati 2014) 81% bottiglie in plastica, 17% in vetro e 2% tra boccioni e brik (che equivale circa 200 milioni di litri).

 

sorgenti_blu_erogatori

In Italia ci sono diversi operatori del settore delle acque minerali che forniscono acqua di sorgente e acqua minerale, non solo in bottiglia, nei tradizionali formati sul mercato, ma che imbottigliano anche in boccioni di grande capienza, adatti all’erogazione in aree di grande passaggio. I boccioni hanno diverse capienze da 10, 15 e 18,9 litri – sono realizzati in PET (polietilene tereftalato) attraverso preforma di grammatura elevata – ovvero una sagoma preliminare stampata a iniezione successivamente trasferita in uno stampo di soffiaggio per essere trasformata in una forma finita – per garantire un’elevata resistenza. Per proteggere l’acqua dalla luce solare, il materiale viene colorato di blu scuro, mentre i tappi hanno tenuta ermetica e sono antimanomissione e antigocciolamento.

Oltre alla tradizionale movimentazione tramite pallet – sui quali i boccioni sono confezionati con film estensibile di colore bianco opaco anti UV per conservare le proprietà dell’acqua – alcune aziende si avvalgono anche della movimentazione tramite crates, ovvero imballaggi leggeri e resistenti che riducono i costi di trasporto e lo spazio di magazzinaggio, e portano a zero i costi di smaltimento.

Credits per le immagini: Sorgenti Blu

Torna indietro

Correlati