Il packaging diventa arte

Dai Kinder dell’infanzia, passando per le Marlboro e i francobolli di Mao, masticando una Brooklyn o sorgeggiando un Twinings, la nostra vita si compone di oggetti e di confezioni, che le trasformano in simboli. Giordano Redaelli, li ha cercati e messi da parte per poi reinterpretarli, trasformandoli in opere d’arte. Quadri allegri e luminosi che rispecchiano ciò che siamo, un po’ arte, un po’ pubblicità e tutto packaging!

Fonte: www.c6.tv

 

Correlati