La recycling bag di Nespresso

Nespresso prosegue sulla strada della sostenibilità con un progetto volto a sensibilizzare i propri consumatori sul riciclo delle capsule esauste.

Come? Ad ogni acquisto presso una Boutique Nespresso, il cliente riceverà in omaggio una recycling bag, un’utile borsa all’interno della quale potrà conservare fino a 200 capsule usate, da riportare poi in negozio o presso le isole ecologiche distribuite su tutto il territorio nazionale (in totale si tratta di 91 i punti di raccolta disponibili in 55 città italiane).

La distribuzione delle recycling bag è il primo step di un importante progetto di riciclo in Italia. Dall’avvio dell’iniziativa nel 2011, Nespresso ha recuperato oltre 1.600 tonnellate di capsule usate.

Il progetto recycling bag regala una seconda vita sia al caffè che all’alluminio. Una volta raccolte, infatti, le capsule vengono sottoposte a un processo che separa i due materiali consentendo di riutilizzarli entrambi. Il caffè residuo diventa un fertilizzante 100% biologico che Nespresso utilizza nella risaia Cusaro, in provincia di Pavia. Il riso prodotto viene riacquistato da Nespresso e, successivamente, donato a Banco Alimentare Lombardia che lo distribuisce a persone in difficoltà sul territorio attraverso gli enti caritativi convenzionati.

L’alluminio, invece, viene destinato alle fonderie per essere utilizzato nella produzione di nuovi oggetti: questo metallo ha, infatti, il pregio di essere al 100% riciclabile, una volta fuso, e riutilizzabile all’infinito. Un esempio concreto di riutilizzo delle capsule Nespresso è il coltello Pioneer che l’azienda ha realizzato grazie alla partnership con un’altra azienda pionieristica nel campo del riciclo, Victorinox.

Torna indietro

Correlati