III_packaging_crown_7

Gli 8 paradigmi del packaging moderno

Decisioni, decisioni, ogni giorno se ne prendono tante, e in particolare, tutte le volte che ci troviamo a scegliere i prodotti che usiamo quotidianamente. Le aziende lo sanno bene e per questo non è possibile trovare sugli scaffali un prodotto uguale all’altro: tutti si differenziano gli uni dagli altri per sapore, dimensione, formato e certamente anche per il packaging.

Vi proponiamo qui di seguito uno studio internazionale condotto dalla Crown, leader mondiale nella  fornitura di imballaggi metallici di alta qualità, in collaborazione con l’agenzia di design e ricerca Kinneir Dufort. La ricerca analizza a livello mondiale le tendenze d’acquisto degli attuali consumatori e le loro preferenze rispetto ai vari formati di packaging, soffermandosi, in particolare, su quelli metallici.

Grazie agli interessanti risultati ottenuti, Crown ha sviluppato 8 “possibili paradigmi” che interpretano le preferenze in tema di packaging espresse dai consumatori moderni. Vediamoli insieme.

1. Poco è meglio

C’è oggi una grande attenzione sul tema dell’assunzione del giusto numero di calorie quindi. Per anni, quindi, i produttori di alimentari hanno giocato molto sui formati dell’imballaggio per aiutare i consumatori a controllare meglio la loro dieta.
Oggi, tuttavia, i formati più piccoli, proprio per le loro dimensioni, possono dare problemi sia nella conservazione che nell’apertura, soprattutto se il cibo contenuto è in forma liquida o contiene dei liquidi. Negli anni sono state proposte una serie di soluzioni che prevedono il controllo dell’ergonomia delle chiusure, ad esempio un foro per l’uscita dei liquidi da utilizzare prima dell’apertura vera e propria dell’imballaggio.

2. Sprecare meno

I consumatori moderni sono interessati non solo alla qualità e al prezzo dei prodotti, ma anche all’impatto che essi producono sull’ambiente. Per questo chi produce alimenti, se vuole mantenere alta la competitività, deve fare molta attenzione a quest’ultimo aspetto. In sostanza, è molto importante:

  • ridurre al minimo le dimensioni degli imballaggi per evitare che questi vadano a ingrossare le fila dei rifiuti da smaltire,
  • progettare confezioni richiudibili per facilitare e contribuire in modo significativo alla riduzione degli sprechi alimentari.

3. Buoni dentro

La trasparenza è un aspetto chiave nella decisioni di consumo: chi acquista vuole sapere cosa troverà all’interno della confezione e quali ingredienti sono stati utilizzati nella realizzazione del prodotto.

Gli imballaggi in metallo hanno un’incomparabile capacità di conservare e proteggere il prodotto, mantenendo contemporaneamente alto il valore nutrizionale degli alimenti: un prodotto in scatola permette di preparare un pasto fresco e sano in qualsiasi momento della giornata. Ma per attirare i consumatori, soprattutto quelli più giovani, è importante unire questa praticità a etichette semplici e pulite che evidenzino la bontà del prodotto attraverso dettagliate informazioni sulle sue caratteristiche nutritive, la sua composizione e la sua provenienza.

4. Il futuro nei fogli d’alluminio

In tema di packaging, i consumatori cercano funzionalità e materiali innovativi. I fogli d’alluminio hanno un ruolo chiave nel futuro degli imballaggi metallici grazie alla loro versatilità e alla capacità di mantenere fresca un’ampia varietà di prodotti. Dai piatti pronti alle buste per il caffè,  per i pomodori, i legumi e altre verdure, sono un’opzione moderna e facile da usare, come confermato nei dati della ricerca. Si possono inoltre utilizzare in combinazione con le lattine di metallo per la realizzazione di pratici sistemi apri e chiudi.

5. La convenienza è in scatola

Gli acquisti di impulso e il cibo on-the-go sono una realtà del nostro tempo. Perchè se la vita è sempre più frenetica, l’ideale sono i piatti pronti o facilissimi da preparare.

In questo campo il cibo in scatola è il top.  E poi esiste tutta una serie di nuovi pack che agevolano la preparazione dei cibi – ad esempio i contenitori per la cottura in scatola o le vaschette per microonde – e tutto ciò è possibile grazie ad avanzate opzioni di erogazione, come ad esempio palette per prodotti secchi e drenaggi integrati per prodotti conservati in acqua o acqua salata.

6. Il riciclo

Come già ricordato, le preoccupazioni ambientali hanno assunto un grande peso nelle decisioni di acquisto dei consumatori in tutto il mondo. Per questo per le aziende è fondamentale considerare questa sensibilità in tutte le decisioni che riguardano la sostenibilità del packaging, ad esempio nella riduzione degli sprechi alimentari o nell’utilizzo delle risorse naturali, nonché sull’aumento delle quote di riciclo.

L’imballaggio in metallo è ampiamente riconosciuto come il formato di imballaggio più riciclabile sul mercato e, inoltre, l’industria preposta alla rielaborazione dell’usato ha raggiunto ottimi livelli in tutto il mondo, ma c’è ancora molto da fare.

La comunicazione di prodotto ad esempio può molto aiutare nella sensibilizzazione del consumatore sulle opzioni di riciclo. E poiché la condivisione di idee creative online sta entrando sempre più prepotentemente nella nostra cultura, anche i social media possono fare la loro parte nell’incoraggiare al riciclo e al riutilizzo delle confezioni. I marchi alimentari possono sfruttare questi canali interattivi per promuovere le loro soluzioni innovative per un packaging più sostenibile.

7. Scatole del desiderio

I consumatori, in particolare i giovani professionisti, nelle loro decisioni d’acquisto, sono fortemente influenzati dall’estetica. Per attrarre l’utente moderno, gli imballaggi metallici devono esplorare idee sempre nuove, ad esempio contenitori senza giunture o con innovative finiture decorative. L’associazione ai concetti di sicurezza e sostenibilità deve essere poi rimarcata il più possibile: il valore ecologico potrebbe influenzare la decisione di acquisto dei consumatori più attenti all’ambiente.

Funzionale sì, ma anche piacevole

In un mondo fatto di scelte, il pack deve andare oltre la funzionalità e soddisfare i bisogni emotivi dei consumatori. I packaging più moderni presentano finiture multisensoriali, come gli inchiostri tattili, sagomature che ammorbidiscono i bordi e migliorano l’ergonomia, estremità di facile apertura che aiutano a ridurre al minimo la fuoriuscita di cibo. Si tratta di innovazioni e accorgimenti nati per migliorare l’esperienza d’uso dei consumatori di tutte le età.

Le tecnologie digitali, che aggiungono il “piacere” alla funzionalità, creano tante opportunità in più per interagire direttamente con i consumatori. L’ultima frontiera per i brand è oggi l’esplorazione delle possibilità offerte dalla gamification e l’uso della blockchain per spingere le promozioni e raccogliere i dati di acquisto.

 

Torna indietro

Correlati