armin e christine loacker

Wafer e pack, senza il loro re

Sono giorni tristi per l’industria dolciaria: è venuto a mancare pochi giorni fa l’incontrastato re dei wafer, Armin Loacker. Figlio di Alfons, che fondò l’azienda a Bolzano nel 1925, fu proprio Armin insieme alla sorella Christine (nella foto), alla fine degli anni ’50, a trasformare un’impresa familiare in una realtà industriale conosciuta in tutto il mondo, con oltre mille dipendenti e un volume d’affari di 330 milioni di euro.

Fu sempre Armin nel 1974, in seguito al costante aumento delle esigenze produttive, a decidere di trasferire gli stabilimenti produttivi da Bolzano ad Auna di Sotto (Unterinn), nel cuore delle Dolomiti: una scelta più scomoda rispetto al trasferimento nella zona industriale della città di Bolzano, ma che avrebbe di certo garantito un’aria più salubre e, soprattutto, gli attuali livelli di produzione (nel 2017, 876 milioni pezzi).

Certamente una perdita incolmabile, ma tutto lascia pensare che, armata della stessa riconosciuta capacità imprenditoriale, la discendenza possa continuare a portare avanti le scelte che hanno reso grande questa industria italiana.

Ma veniamo al loro “vestito”. Le prime confezioni realizzate con il packaging oggi conosciuto in tutto il mondo risalgono agli anni Trenta: da allora le loro caratteristiche uniche e irripetibili sono rimaste immutate nel tempo. Il logo unisce il nome dell’azienda e la montagna “di casa”, lo Sciliar, che esporta nel mondo l’immagine dell’Alto Adige-Südtirol e si erge a garanzia dell’originalità e della genuinità dei prodotti. “Loacker che bontà” del resto è il famosissimo slogan del prodotto che quasi da sempre rimanda al marchio e soprattutto al celebre jingle dello spot televisivo a cui tutti oggi associamo i biscotti wafer più famosi del mondo.

Per i wafer classici, disponibili in diversi formati dai 17 ai 262 gr, a ogni gusto corrisponde una confezione di colore diverso che ne identifica le caratteristiche. I loro imballaggi flessibili hanno da sempre colori forti e decisi che rispecchiano il carattere generale del prodotto: allegro, semplice e delizioso.

packaging loacker 1

Le tonalità pastello sono associate invece al formato Sandwich, nella confezione da 75 gr, per indicare la maggiore leggerezza degli ingredienti.

Negli anni sono stati introdotti nuovi formati e nuovi pack, ad esempio i Quadratini, nella pratica confezione richiudibile, e le Tortine, disponibili anche in confezione singola per poter essere gustate sempre fresche.

Torna indietro

Correlati